Contributi a fondo perduto fino a 50.000 euro per giovani imprenditori agricoli Regione Emilia Romagna - Privafin

Contributi a fondo perduto fino a 50.000 euro per giovani imprenditori agricoli Regione Emilia Romagna

Contributi a fondo perduto fino a 50.000 euro per giovani imprenditori agricoli Regione Emilia Romagna

Beneficiario

Chi sono i beneficiari dell’agevolazione?

Sono beneficiari della misura :

OPERAZIONE 6.01.01

Persone fisiche che si insediano in agricoltura assumendo la responsabilità civile e fiscale di una azienda agricola per la prima volta e presentano domanda di premio di primo insediamento con allegato un Piano di Sviluppo relativo all’azienda agricola (PSA) oggetto d’insediamento (di seguito indicati come “giovani agricoltori”).

Condizioni ammissibilità impresa agricola.

L’impresa agricola già dal momento della domanda iniziale semplificata deve soddisfare le seguenti condizioni:

1. risultare iscritta ai registri della CCIAA;

2. risultare iscritta all’Anagrafe regionale delle Aziende Agricole;

3. Rientrare nella definizione di microimpresa o piccola impresa;

 

Condizioni di ammissibilità dell’azienda agricola.

L’azienda agricola, intesa quale insieme di beni e strutture utilizzati dalla singola impresa agricola, al momento di presentazione della domanda di conferma deve soddisfare le seguenti condizioni:

1. risultare di dimensione economica non inferiore a 12.000 Euro se in zona con vincoli naturali o altri vincoli specifici, a 15.000 Euro nelle altre zone. Qualora più giovani si insedino contestualmente nella medesima azienda, detta dimensione minima è da moltiplicare per il numero degli insediati richiedenti il premio;

2. Risultare di dimensione economica (espressa in Standard Output) non superiore a 250.000 Euro.

 

Condizioni di dimostrare la sufficiente capacità professionale.

La sufficiente capacità professionale di cui al precedente punto 4.2 viene riconosciuta in uno dei seguenti casi:

1. essere in possesso di titolo di studio conseguito in Italia ad indirizzo agrario ovvero all’estero ma legalmente riconosciuto in Italia;

2. esperienza almeno annuale di conduzione diretta di impresa agricola oppure da dipendente agricolo con mansioni di responsabile aziendale, supportata da una adeguata formazione professionale che potrà essere dimostrata attraverso la presentazione di attestati di frequenza per almeno 100 ore a corsi inerenti le competenze richieste all’imprenditore.

3. esperienza di lavoro di almeno due anni nel settore agricolo (1 anno = 151 giornate lavorative), supportata da una adeguata formazione professionale che potrà essere dimostrata attraverso la presentazione di attestati di frequenza per almeno 100 ore a corsi inerenti le competenze richieste all’imprenditore agricolo.

 

Piano di sviluppo aziendale (PSA) – Contenuti e condizioni di ammissibilità.

1. Il PSA dovrà essere redatto sulla base dello schema presente nel bando.

2. Il PSA dovrà sviluppare i seguenti punti:

– la situazione aziendale di partenza, da cui si rilevino gli elementi cardine specifici, incluso il mercato di riferimento, la strategia commerciale e l’integrazione con il territorio, l’organizzazione (del ciclo produttivo ed aziendale nel suo complesso);

– il progetto imprenditoriale per lo sviluppo dell’azienda, con la definizione delle tappe essenziali e degli obiettivi di sviluppo;

– i particolari delle azioni, incluse quelle inerenti al miglioramento della sostenibilità ambientale e all’efficienza delle risorse, occorrenti per lo sviluppo dell’azienda, con particolare riferimento a:

– fabbisogno di formazione/consulenza del giovane imprenditore con particolare riferimento alle tematiche ambientali. Nei casi di carenza formativa, in funzione del requisito della capacità professionale, il PSA dovrà obbligatoriamente contenere la previsione della formazione necessaria al raggiungimento di detta capacità;

– investimenti previsti (programma analitico degli investimenti comprensivo di crono-programma);

– ogni altra azione ritenuta necessaria per lo sviluppo aziendale.

3. Per risultare ammissibile il PSA dovrà inoltre:

– dimostrare che il premio/i premi saranno integralmente utilizzati per lo sviluppo dell’azienda (vedi successivo punto 9);

– evidenziare la sostenibilità economica e finanziaria delle azioni previste tramite previsioni economico–finanziarie adeguatamente sviluppate;

– prevedere che il/i giovane/i saranno conformi alla definizione di “agricoltore in attività” entro 18 mesi dalla data di concessione;

– conseguire un punteggio di merito, sulla base dei criteri di priorità descritti nel presente bando.

 

Il tipo di operazione 6.1.01 è applicabile su tutto il territorio regionale.

 

OPERAZIONE 4.01.02

Sono beneficiarie del tipo di operazione 4.1.02 le imprese agricole dei giovani agricoltori che all’atto della domanda iniziale semplificata di premio di cui al tipo di operazione 6.1.01 chiedono di attivarla in modalità integrata e presentano un PI collegato al Piano di Sviluppo Aziendale.

Saranno ammissibili al contributo le spese sostenute per investimenti realizzati sul territorio regionale quali:

– costruzione/ristrutturazione immobili produttivi;

– miglioramenti fondiari;

– macchinari, attrezzature funzionali al processo innovativo aziendale;

– impianti lavorazione /trasformazione dei prodotti aziendali;

– investimenti funzionali alla vendita diretta delle produzioni aziendali;

– investimenti immateriali connessi alle precedenti voci di spesa quali onorari di professionisti/consulenti entro il limite massimo del 10 % delle stesse;

– investimenti immateriali quali: acquisizione/sviluppo programmi informatici e/o acquisizione di brevetti/licenze, entro il limite massimo del 10% della spesa ammissibile a contributo per investimenti materiali.

Agevolazione

Quali sono le agevolazioni previste?

OPERAZIONE 6.01.01

Contributo a fondo perduto pari a 50.000 Euro per gli insediamenti in zona con vincoli naturali o altri vincoli specifici e 30.000 Euro nelle altre zone.

Le risorse finanziarie allocate a favore del presente bando relativamente al tipo di operazione 6.1.01 ammontano ad Euro 4.072.426,00.

OPERAZIONE 4.01.02

Le risorse finanziarie allocate a favore del presente bando relativamente al tipo di operazione 4.1.02 ammontano ad Euro 2.000.000,00.

Scadenza

Qual’è la scadenza prevista per la presentazione delle domande di contributo?

Domande presentabili fino al 18 Marzo 2021.

Interventi ammessi

Quali sono gli interventi finanziabili?

Sono spese ammissibili :

OPERAZIONE 6.01.01

Avvio di nuove aziende agricole nel territorio della Regione Emilia Romagna.

OPERAZIONE 4.01.02

Spese sostenute per nuovi investimenti realizzati sul territorio regionale.


Richiedi informazioni su questo Bando, Agevolazione o Contributo

Related Posts