Modello Organizzativo 231 - Privafin

Card image

Modello Organizzativo 231

Il D. Lgs 231/01 introduce la responsabilità in sede penale dell’ente, che va ad aggiungersi a quella della persona fisica. In caso di reati societari sono penalmente responsabili sia le persone fisiche (datore di lavoro, dirigenti e preposti), che le imprese con il loro patrimonio aziendale e capitale sociale. Le sanzioni applicabili possono essere molto pesanti è sono di natura pecuniaria ed interdittiva, e si può arrivare fino alla interdizione dell’attività. Adottando un Modello Organizzativo 231 le aziende possono evitare queste sanzioni. Ma un modello organizzativo 231 per poter compiere la sua efficacia preventiva va realizzato tenendo presente la realtà dell’impresa in cui va applicato. I modelli generici costruiti senza alcun confronto con la concreta realtà aziendale sono inefficaci sia a prevenire i reati sia a rappresentare l’esimente prevista dall’art. 6 del D. Lgs. 231/01. Per realizzare un adeguato Modello occorre eseguire una attenta analisi dei processi aziendali, e solo al termine di tale studio può essere redatto un Modello Organizzativo che, pertanto, non è uno strumento aziendale a sé stante deve essere integrato nel più generale sistema di controllo interno e deve interagire con gli altri sistemi di gestione esistenti in azienda, quali : sistema di gestione qualità (ISO 9001), sistema gestione ambientale, (ISO 14001/ EMAS), di responsabilità sociale (SA 8000 o SCR), sistema di controllo e gestione sicurezza (OHSAS 18001/ISO 45001), il sistema Privacy (GDPR) e altri.

Privafin Consulenza

Richiedi una Consulenza

Card image
Sede Centrale
0721888888
P.le Garibaldi 11, Pesaro
info@privafin.com